Portale SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l'autonomia Portale SIVA sulle tecnologie per la disabilità e l'autonomia Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus
Oltre al Portale SIVA, la Fondazione Don Carlo Gnocchi mette a disposizione una rete di servizi specializzati - i Centri SIVA (Servizi Informazione Valutazione Ausili) - presso i quali è possibile prendere appuntamento per ottenere orientamento, consulenza e valutazioni personalizzate utili a individuare gli ausili appropriati alle Tue specifiche esigenze.
Se sei interessato a un APPUNTAMENTO, utilizza la funzione TELESPORTELLO del Portale SIVA oppure INVIA UNA E-MAIL a PORTALE@SIVA.IT, descrivendo sinteticamente ma con la maggior chiarezza possibile il problema che intendi sottoporre. Nella mail, indica il tuo nome e cognome, la tua città e un numero di telefono al quale i nostri operatori possono contattarti per eventuali chiarimenti. La redazione del Portale tratterà con la massima riservatezza le informazioni contenute nella tua e-mail e cercherà di risponderti nel più breve tempo possibile.

Alcuni Centri SIVA sono contattabili anche telefonicamente in determinati orari (v. elenco sottostante), nel caso si preferisca un contatto telefonico anzichè e-mail.

Gli operatori dei centri SIVA sono preparati ad affrontare le più varie tematiche (mobilità, comunicazione, accesso informatico, cura personale, adattamento della casa…) nei più vari contesti (vita domestica, scuola, ambiente di lavoro, vita sociale…). Alcuni centri SIVA dispongono di una mostra permanente (ausilioteca) nella quale è possibile provare direttamente gli ausili: in particolare il SERVIZIO DAT (Domotica, Ausili, Terapia Occupazionale) dell’IRCCS S.Maria Nascente di Milano, che è un centro di alta specializzazione nel settore degli ausili, dotato di un’ampia mostra permanente comprendente anche una "casa domotica", ossia un appartamento sperimentale ad alto livello di automazione.

Inoltre, nella sede milanese della Fondazione Don Gnocchi è costituito il SIVA LAB: un gruppo di ricerca dedicato alle tecnologie assistive che assiste i CENTRI SIVA nelle valutazioni ausili più complesse che richiedono l'apporto di competenze tecnico-ingegneristiche. Esso mantiene costantemente aggiornato il Portale SIVA; coordina il Portale EASTIN, che è la rete europea di informazione sulle Tecnologie Assistive; organizza attività formative tra cui il Corso di Alta Formazione "Tecnologie per l’Autonomia"; partecipa alle attività del GLIC (La rete italiana dei Centri Ausili tecnologici); conduce progetti di ricerca nazionali e internazionali e collabora alla Società Scientifica Europea delle Tecnologie Assistive AAATE.


LOMBARDIA

SIVA Milano
Servizio DAT (Domotica, Ausili Terapia Occupazionale)
Centro IRCCS "Santa Maria Nascente", 20148 Milano, Via Capecelatro 66
Tel. 02 40308340 (h. 8.30-13 da lunedì a venerdì) siva.milano@dongnocchi.it

>>> per fissare un appuntamento al Servizio DAT per "Visita fisiatrica per valutazione ausili" (in regime Servizio Sanitario Nazionale) oppure per "Consulenza di orientamento su ausili e soluzioni per l'autonomia" (a pagamento) si può telefonare direttamente al Centro Unico Prenotazioni 02 40308244.


SIVA Milano - Palazzolo
Istituto "Beato Palazzolo", 20149 Milano, Via Don Luigi Palazzolo 21
Tel 02 39703354 siva.palazzolo@dongnocchi.it

SIVA Milano - Girola
Centro "Girola - Don Gnocchi", 20162 Milano, Via Girola 30
Tel 02 64224986 (h. 14 - 15.30 martedì e mercoledì) siva.girola@dongnocchi.it

SIVA Inverigo
Centro "Santa Maria alla Rotonda", 22044 Inverigo (Como), Via Privata d'Adda 2
Tel. 031 3595546 (h. 9 - 13 da lunedì a giovedì) siva.inverigo@dongnocchi.it

SIVA Rovato
Centro "Spalenza Don Gnocchi", 25038 Rovato (Brescia), Largo Paolo VI
Tel. 030 7245489 siva.rovato@dongnocchi.it


PIEMONTE

SIVA Torino
Centro "Santa Maria ai Colli", 10133 Torino, Via Settimio Severo 65
Tel. 011 6303314 siva.torino@dongnocchi.it


EMILIA ROMAGNA

SIVA Parma
Centro "Santa Maria ai Servi", 43100 Parma, Piazzale dei Servi 3
Tel 0521 2054 (h. 10-12 da lunedì a venerdì) siva.parma@dongnocchi.it


TOSCANA

SIVA Firenze
IRCCS Fondazione Don Gnocchi, 50143 Firenze, Via di Scandicci 269
Tel 055 7393925 (h. 10.30 - 11.30 e 15-16 da lunedì a venerdì) siva.firenze@dongnocchi.it

SIVA Massa e Fivizzano
Centro "Santa Maria alla Pineta", 54100 Marina di Massa (MS), Via Don Carlo Gnocchi 24
Tel 058 5863246 (h. 9-13 da lunedì a venerdì; 14.30-17.30 mercoledì e venerdì) siva.massa@dongnocchi.it


LIGURIA

SIVA La Spezia
Polo Riabilitativo del Levante Ligure, 19125 La Spezia, Via Fontevivo 127
Tel 0187 5451121 siva.laspezia@dongnocchi.it


MARCHE

SIVA Falconara
Centro Egidio Bignamini, 60015 Falconara Marittima (Ancona), Via Matteotti 56
Tel 071 9160971 (h. 12-13 mercoledì) siva.falconara@dongnocchi.it


CAMPANIA

SIVA Sant'Angelo dei Lombardi
Polo Riabilitativo Specialistico, 83054 Sant'Angelo dei Lombardi (Avellino), Via Quadrivio
Tel 0827 455887 siva.santangelo@dongnocchi.it



--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
CHI MI PUÒ AIUTARE A CAPIRE QUALI AUSILI O QUALI ADATTAMENTI AMBIENTALI POSSONO ESSERMI NECESSARI, E COME FARE AD AVERLI ?

1. SE STAI FACENDO UN PERCORSO RIABILITATIVO PRESSO UN CENTRO DELLA FONDAZIONE DON GNOCCHI:

Se accedi a un Centro della Fondazione Don Gnocchi per un percorso riabilitativo, in qualunque modalità (degenza, day-hospital, ambulatoriale, domiciliare), le attività mirate all'individuazione degli eventuali ausili e degli adattamenti ambientali necessari per la tua situazione sono parte integrante del progetto riabilitativo individualizzato che il medico specialista ti prescriverà. Il medico, valutate le tue condizioni cliniche e fissati gli obiettivi da conseguire, stabilirà i trattamenti da svolgere e la relativa tempistica e intensità, indicando in questi anche le eventuali aree (mobilità, comunicazione, vita quotidiana ecc...) per le quali si richiede di valutazione eventuali ausili.

Sarà poi cura dei terapisti programmare al momento giusto le valutazioni, le sperimentazioni e i momenti di addestramento all'uso, utilizzando le competenze e gli strumenti presenti nel servizio SIVA del Centro; nel corso del trattamento potrai consultarti con loro in ogni momento su questo tema. Se già al momento della prima visita tu avessi quesiti o idee in merito, non esitare a parlarne subito al medico, che in questo modo potrà ancor meglio considerare le tue esigenze e indirizzare opportunamente il progetto riabilitativo.

Le indicazioni sugli ausili o sugli adattamenti ambientali necessari al tuo caso, che man mano maturano nel percorso, verranno riassunte dal terapista competente in una relazione di valutazione ausili inserita nella tua cartella clinica. Essa faciliterà il medico nel prescriverti in modo documentato gli ausili fornibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale, e ti consentirà di decidere l'eventuale acquisto di ausili o adattamenti non fornibili dal Servizio Sanitario.

Tieni presente che, per ragioni normative dipendenti dalle varie Regioni, non sempre la prescrizione è ottenibile direttamente dai medici della Fondazione Don Gnocchi: in questi casi, per la prescrizione dovrai poi rivolgerti a un medico specialista della tua ASL (il quale non è ovviamente tenuto a seguire le indicazioni contenute nella nostra relazione di valutazione, ma certamente le terrà in attenta considerazione).

Nel caso di ausili particolarmente urgenti, si cercherà ove possibile di concludere le valutazioni e le prescrizioni quanto prima, in modo da avviare le pratiche per la fornitura e ottenere l'ausilio ove possibile prima della dimissione, così da poterlo collaudare e apprenderne il corretto uso sotto la guida del nostro team riabilitativo.

>> Tutto questo percorso avviene IN REGIME DI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, senza alcuna spesa da parte Tua, a meno che per qualche motivo tu non abbia scelto di usufruire delle nostre prestazioni in modo privato. Resta ovviamente escluso il costo degli ausili che deciderai di acquistare, o degli adattamenti ambientali che deciderai di realizzare, per i quali dovrai rivolgerti ad aziende di tua fiducia.


2. SE HAI BISOGNO DELLA PRESCRIZIONE DI UN AUSILIO FORNIBILE A CARICO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, E HAI GIÀ LE IDEE CHIARE SULLA TIPOLOGIA DI AUSILIO CHE TI SERVE

Qualora tu abbia già delle idee ben chiare sulla tipologia di ausilio di cui hai bisogno, e questo sia prescrivibile a carico del Servizio Sanitario Nazionale, puoi richiedere una visita medica specialistica per valutazione ausili presso un Centro della Fondazione Don Gnocchi accreditato per la prescrizione degli ausili. Il medico, svolte le opportune valutazioni, ove necessario con l'aiuto del terapista competente, procederà direttamente alla prescrizione dell'ausilio appropriato.

A volte, però, il medico potrebbe riscontrare una problematica più complessa di quanto inizialmente supposto, che non può essere risolta nel corso della visita ma che richiede l'attivazione di un apposito percorso diagnostico e riabilitativo. Ad esempio, la scelta di un ausilio di comunicazione è difficilmente ipotizzabile se non nell'ambito di un percorso di sviluppo di strategie e competenze comunicative; così pure non sempre è pensabile la prescrizione di una carrozzina elettronica se non a valle di un percorso di addestramento e di acquisizione di adeguate competenze di guida in sicurezza. In questi casi il medico potrà decidere di non procedere alla prescrizione ma di proporre una presa in carico, confluendo in tal modo nella casistica del punto precedente.

>> Tutto questo percorso avviene in REGIME DI SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE, senza alcun costo per l'utente (salvo il ticket se non ne è esente).


3. SE HAI BISOGNO DI UN ORIENTAMENTO GENERALE SU AUSILI O SOLUZIONI CHE POTREBBERO FACILITARE LA TUA AUTONOMIA O QUELLA DI UN TUO FAMILIARE

Non sempre è possibile avere le idee chiare su quali possano essere le soluzioni adatte a risolvere un tuo problema. Il Portale SIVA è un ottimo punto di partenza per sapere cosa esiste sul mercato, e il Portale EASTIN consente di allargare lo sguardo sul mercato europeo. Sapere cosa esiste mette in moto il pensiero e la creatività, genera idee, aiuta a chiarire i propri obiettivi. Ma spesso non basta: occorre un confronto con persone esperte; occorre vedere e sperimentare, occorrono consigli. Se questa è la tua esigenza, puoi richiedere un appuntamento per un colloquio, ossia una CONSULENZA DI ORIENTAMENTO SU AUSILI E SOLUZIONI PER L'AUTONOMIA presso un Centro della Fondazione Don Gnocchi dotato di un servizio SIVA.

Nel colloquio, un terapista competente in tema di ausili sarà a tua disposizione per tempo complessivo di circa tre quarti d'ora, suddiviso indicativamente in tre momenti: un momento dedicato all'analisi del problema (colloquio iniziale, valutazioni cliniche, tecniche, ambientali ecc.), un momento dedicato all'istruzione e alla sperimentazione (visione e prove d'uso di ausili disponibili nell'ausilioteca del Centro, ricerca di ausili nel Portale SIVA e in altre risorse Internet ecc..) e infine un momento dedicato alla discussione e ai consigli (definizione delle soluzioni proposte, fornitura di chiarimenti, informazioni e istruzioni ecc.).

>> Questa prestazione non è attualmente coperta dal servizio sanitario nazionale. Il costo è fissato in 50 € iva inclusa.


3. SE HAI BISOGNO D'INDICAZIONI PRECISE, FORMULATE IN UNA RELAZIONE SCRITTA, SU AUSILI O SOLUZIONI CHE POTREBBERO FACILITARE LA TUA AUTONOMIA

A seconda della complessità delle tecnologie da esaminare, puoi richiedere un appuntamento per una VALUTAZIONE AUSILI E SOLUZIONI PER L'AUTONOMIA oppure per una VALUTAZIONE MULTIPROFESSIONALE PER AUSILI INFORMATICI E PER LA COMUNICAZIONE. Nel secondo caso, il terapista competente sarà affiancato da un ingegnere esperto di ausili informatici. In entrambi i casi il lavoro si articola in due fasi.

Nella prima fase, della durata complessiva di circa tre quarti d'ora, è richiesta la presenza dell'utente e degli altri eventuali familiari e operatori coinvolti. Come per il colloquio di orientamento, è suddivisa indicativamente in tre momenti: un momento dedicato all'analisi del problema (colloquio iniziale, valutazioni cliniche, tecniche, ambientali ecc.), un momento dedicato all'istruzione e alla sperimentazione (visione e prove d'uso di ausili disponibili nell'ausilioteca del Centro, ricerca di ausili nel Portale SIVA e in altre risorse Internet ecc..) e infine un momento dedicato alla discussione e ai consigli (definizione delle soluzioni proposte, fornitura di chiarimenti, informazioni e istruzioni ecc.).

La seconda fase, anch'essa della durata complessiva di circa tre quarti d'ora, è dedicata alla stesura della relazione di valutazione e dell'allegata documentazione informativa, che verrà successivamente consegnata all'utente, di persona o via email secondo gli accordi presi. La stesura della relazione è un compito impegnativo in termini di tempo e di pensiero, dovendo gli operatori costruire per ogni utente una documentazione personalizzata con informazioni precise che gli consentano di operare le proprie scelte.

In linea generale, queste prestazioni sono possibili ANCHE A DOMICILIO. Non avendo però a disposizione a domicilio tutta la strumentazione dell'ausilioteca, una valutazione a domicilio - sia esso l'abitazione privata o una residenza assistita - è consigliabile solo nel caso di utenti con problematiche particolarmente complesse il cui trasporto presso il SIVA potrebbe creare importanti disagi, e nel caso in cui gli ausili necessari per le prove pratiche siano pochi e facilmente trasportabili dall'ausilioteca. Il costo della valutazione sarà necessariamente maggiore dovendo coprire anche i costi e i tempi degli spostamenti.

>> Queste prestazioni non sono attualmente coperte dal servizio sanitario nazionale. Il costo di una "Valutazione ausili e soluzioni per l'autonomia" è di 100 € (esente iva) presso il Centro, e di 150 € (esente iva) a domicilio.
Il costo di una "Valutazione multiprofessionale per ausili informatici e per la comunicazione" è di 200 € (esente iva) presso il Centro, e di 300 € (esente iva) a domicilio.


COME ACCEDERE A QUESTE PRESTAZIONI E COME FACCIO A CAPIRE QUAL È LA PRESTAZIONE PIÙ ADATTA AL MIO CASO

Se stai facendo un percorso riabilitativo presso un Centro della Fondazione Don Gnocchi, le attività di valutazione ausili sono parte integrante del percorso stesso e saranno gli stessi operatori a proportele.

Se hai bisogno di una prescrizione di ausili fornibili a carico del Servizio Sanitario Nazionale sui quali hai idee abbastanza chiare, chiedi al tuo medico di famiglia un'impegnativa per una visita fisiatrica per valutazione ausili e fissa l'appuntamento presso un Centro della Fondazione Don Gnocchi accreditato per le prescrizioni protesiche, attraverso il Centro Unico Prenotazioni del Centro stesso.

Negli altri casi, occorrerà chiedere appuntamento per una "Consulenza di orientamento su ausili e soluzioni per l'autonomia", oppure per una "Valutazione ausili e soluzioni per l'autonomia", oppure per una "Valutazione multiprofessionale per ausili informatici e per la comunicazione ".

Prima di fissare l'appuntamento è però necessario capire quale di queste tre prestazioni sia la più rispondente al proprio caso, e verificare in quali centri della Fondazione Don Gnocchi si possibile ottenerla. Non tutti i Centri sono infatti attrezzati allo stesso modo. Il primo passo sarà dunque quello di scrivere una mail alla redazione del Portale SIVA portale@siva.it contenente indicativamente le seguenti informazioni:
• Nome e cognome del richiedente;
• e-mail personale e telefono del richiedente;
• Città e provincia di domicilio abituale del destinatario;
• Sintesi dei problemi che si vorrebbero risolvere;
• descrizione di eventuali ausili o soluzioni già in uso;
• descrizione di eventuali barriere (a casa, a scuola, sul lavoro, all'esterno ecc..) che ostacolano l'autonomia;
• Centro della Fondazione Don Gnocchi al quale preferibilmente ci si vorrebbe rivolgere.
Un nostro esperto esaminerà la richiesta e si farà un'idea di quale prestazione risponda meglio alle esigenze del richiedente e a quale Centro sia meglio indirizzarla; dopo essersi consultato via email con il collega SIVA di quel Centro risponderà al richiedente, dando istruzioni su eventuale documentazione aggiuntiva necessaria (es. scheda postura, pianta/foto della casa ecc.) e sul CUP da chiamare per fissare l'appuntamento. Se quel SIVA è attrezzato per il contatto telefonico, darà al richiedente anche il relativo numero di telefono per eventuali ulteriori consultazioni preliminari.

E' sempre preferibile che a scrivere sia direttamente la persona interessata, quale miglior conoscitrice del problema da risolvere; a meno che non sussistano ragioni specifiche che motivino la richiesta da parte di un familiare o di un operatore. Ad esempio, se la richiesta ha per oggetto l'accessibilità di uno strumento didattico o riabilitativo è necessario che a scrivere sia l'operatore principalmente coinvolto nel rispettivo programma educativo o riabilitativo (insegnante, logopedista ecc...); oppure se ha per oggetto un adattamento di spazi e attrezzature di un ambiente di lavoro per consentire ad un lavoratore con disabilità di operare in modo produttivo, agevole e sicuro è necessario che a sia un operatore dell'azienda responsabile per l'organizzazione del lavoro (medico del lavoro, responsabile della sicurezza ecc..). Saranno questi infatti i reali attori dell'intervento.


SE POI DECIDO DI ACQUISTARE GLI AUSILI PROPOSTI, OPPURE MI VENGONO PRESCRITTI, A CHI MI RIVOLGO ?

Le aziende cui rivolgersi per l'acquisto degli ausili o la realizzazione degli adattamenti proposti sono una Tua libera scelta. Nel Portale SIVA (www.portale.siva.it) potrai trovare informazioni complete, imparziali e aggiornate sui prodotti disponibili sul mercato e sulle aziende che li producono, li commercializzano e danno assistenza tecnica.

La fornitura degli ausili prescritti a carico del Servizio Sanitario Nazionale, pur basata sulla libera scelta dell'utente, è soggetta a particolari condizioni, fissate dal Nomenclatore Tariffario del Ministero della Sanità (DM 332/99) e da eventuali norme aggiuntive della Tua Regione. Ad esempio, gli ausili indicati nell'Elenco 1 del Nomenclatore possono essere forniti solo da aziende accreditate che dispongono di determinati professionisti (tecnico ortopedico, audioprotesista, optometrista...); mentre per le tipologie di ausilio indicate nell'Elenco 2 del Nomenclatore la tua ASL potrà proporti in prima istanza prodotti selezionati attraverso procedure pubbliche di acquisto. Per maggiori informazioni si rimanda alla sezione "Strumenti di Lavoro" del Portale SIVA, dove troverai una pagina dedicata alle aziende abilitate alla fornitura degli ausili. L'azienda che sceglierai è responsabile per tutto ciò che attiene la fornitura dell'ausilio o dell'adattamento, per la personalizzazione alle tue esigenze, per le istruzioni tecniche d'uso e per l'assistenza tecnica.

Nel caso di ausili informatici, che spesso presentano problemi di assemblaggio di hardware e software di vari fornitori che richiedono particolare cura nell'installazione e nella configurazione, puoi mandare una mail alla redazione del Portale SIVA (portale@siva.it), che valuterà se i nostri ingegneri del SIVA Lab siano in grado di risolverti il problema.

>> La prestazione, denominata "Supporto tecnico e personalizzazione di ausili informatici e per la comunicazione" non è coperta dal Servizio Sanitario Nazionale. Il costo è fissato in 100 € (iva inclusa) oppure 200 € (iva inclusa) se a domicilio.

E POI COSA MI SERVE ANCORA ?

Va chiarito però che spesso, per l'apprendimento efficace all'uso dell'ausilio nel contesto di vita, non sono sufficienti le istruzioni tecniche fornite dall'azienda né le conoscenze trasmesse dagli operatori SIVA al momento della valutazione. E' necessario un vero e proprio programma riabilitativo di addestramento ed educazione all'autonomia o di sviluppo di competenze motorie, sensoriali o cognitive. Per questo si dovrà pensare a una presa in carico, secondo le normali procedure del servizio sanitario nazionale, presso un Centro della Fondazione Don Gnocchi o altri Centri dotati delle competenze necessarie.


PRECISAZIONI FINALI

1. MA COS'E' ESATTAMENTE UNA VALUTAZIONE AUSILI?

E' un percorso di analisi, istruzione e sperimentazione finalizzato a individuare gli ausili tecnici o gli adattamenti ambientali idonei a risolvere un determinato problema di autonomia personale o di sostenibilità assistenziale posto dall'utente.

A seconda del caso, tale percorso può concludersi in una singola seduta oppure richiedere un ciclo più o meno lungo di sedute.

Il problema può essere di varia natura: di mobilità, di postura, di cura e igiene personale, di gestione della casa, di comunicazione, di utilizzo di strumenti informatici e domotici, di adeguamento dell'abitazione alle proprie necessità, di accomodamenti del posto di lavoro, di ausili per l'autonomia nelle attività scolastiche, lavorative, sociali.

Le soluzioni proposte, approfonditamente valutate assieme all'utente nei loro aspetti clinici, tecnici, ambientali, organizzativi ed economici, potranno riguardare semplici accorgimenti o ausili per le attività della vita quotidiana come pure ausili a elevata complessità tecnologica.


2. DI COSA NON SI OCCUPA UNA VALUTAZIONE AUSILI ?

Con il termine "ausili" intendiamo gli strumenti e gli adattamenti ambientali per favorire l'autonomia personale delle persone con disabilità e rendere più agevole e l'eventuale assistenza da parte dei familiari e caregiver.

Una valutazione ausili non si occupa pertanto della scelta di strumenti didattici o riabilitativi, come ad esempio un'applicazione software per favorire l'apprendimento della matematica per uno studente con disturbi specifici dell'apprendimento, o un sistema pittografico o simbolico per la comunicazione aumentativa, o uno strumento per l'esercizio di funzioni motorie o cognitive. Questi strumenti sono funzionali a specifici programmi educativi o riabilitativi individualizzati stabiliti dall'operatore della scuola o della riabilitazione, la cui scelta richiede valutazioni e competenze diverse.

Tuttavia è possibile a un operatore della scuola o della riabilitazione, una volta scelta la strategia didattica o riabilitativa e i relativi strumenti idonei per il proprio utente, chiedere una valutazione ausili in merito ad eventuali difficoltà motorie o sensoriali che ostacolino l'uso degli strumenti stessi: ad esempio tastiere speciali o modalità alternative di utilizzo di un computer o un tablet per un utente con difficoltà di utilizzo delle mani.

3. QUALE DOCUMENTAZIONE VIENE RILASCIATA ?

Laddove sia previsto il rilascio di una relazione scritta, a conclusione della valutazione, il Servizio redige una relazione di valutazione ausili che comprende i dati essenziali utili all'utente per le proprie decisioni: una sintesi della problematica affrontata, il resoconto delle analisi e delle prove svolte nel corso della valutazione, le soluzioni proposte, con eventuali avvertenze e istruzioni, documentazione informativa sugli ausili e adattamenti proposti, inserita nella relazione stessa oppure 'linkata' se disponibile su Internet. La Relazione, siglata dal terapista, viene quindi consegnata all'utente in forma cartacea oppure inviata via e-mail all'utente (nel qual caso il terapista apporrà la firma digitale).

La relazione di valutazione ausili ha valore di puro suggerimento e consiglio: non vincola l'utente né gli operatori che l'hanno in carico ad alcuna decisione. Per quanto riguarda la prescrizione di eventuali ausili ammissibili alla fornitura a carico del Servizio Sanitario Nazionale in base alla normativa vigente, la relazione potrà essere tenuta liberamente in considerazione da parte del medico specialista abilitato cui l'utente vorrà rivolgersi, presso la propria Azienda Sanitaria Locale o Centro accreditato.
Logo Ministero del Lavoro, delle Politiche Sociali e della Salute Logo EASTIN Logo IAATIP Logo Premio Giorgio Sacerdoti Awards Valid XHTML 1.1 Valid CSS 2.1 Level Double-A conformance, W3C WAI Web Content Accessibility Guidelines 2.0
Informazioni aggiornate al 23/10/2017 | Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus - P.IVA 12520870150 | E-mail: portale@siva.it